For collaborations, contact me at meira.co91@gmail.com

lunedì 26 settembre 2016

PaciugoPedia3 #8

Ormai con il paciugo sono in spaventoso ritardo, ma voglio portare a termine questo progetto, perciò partiamo subito con la "puntata" numero 8!

Credits: Linda Hallberg

Beh, che dire... i make up della cara Linda sono sempre WOW e questo in particolare mi ha fatto dannare, soprattutto perché ho carenza di azzurri nel mio stash, perciò dovrete accontentarvi di Utopia di Neve Cosmetics! Inoltre, nella rima inferiore, Linda usa un accenno di viola, ma io mi sono un po' fatta prendere la mano eheheh... infine, un'altra cosa difficilissima è stata trovare le condizioni di luminosità adatte! Motivo per cui, l'ombreggiatura della palpebra si nota davvero poco... per il resto non mi dispiace, anche se tra i make up precedenti ce ne sono sicuramente stati altri molto più nelle mie corde... voi cosa ne pensate?


PRODOTTI UTILIZZATI
Kiko Pearly Eye Base Primer
Cool, Adapt, Custom e Bias dalla Palette MUR New-Trals vs Neutrals
Neve Cosmetics Utopia
MUR Palette Hot Smoked (un nude per sfumare l'ombreggiatura della piega e il viola per la rima inferiore)
Shiseido Natural Finish Cream Concealer
Fondotinta compatto in polvere Kiko
WnW Mega Lenghth Mascara


Follow PaciugoPedia2 #1 by Sara T. on Pinterest

mercoledì 21 settembre 2016

Settembre e febbre


Vi ho già detto che il mio primo blog era uno di quei blog in cui praticamente raccontavo tutti i ca**i miei..? Sì che ve l'ho detto... che poi non so cosa fregasse al mondo di tutte le paturnie di un'adolescente, MA vabbè. Ogni tanto, però, mi manca sta cosa... e perciò oggi vi beccate un post riflessivo.

Se vi dicessi che ho praticamente pronti un post sulla paciugo pedia, uno sui prodotti finiti, uno sui samples e uno sui film mi credete...? E allora perché non li pubblico? BOH.

Sto male (fisicamente) da fine luglio. Allergia, congiuntivite, torcicollo, mal di pancia, raffreddore, febbre (ora), tutti uno dopo l'altro. Avevo scritto "settembre, sono pronta", ma come faccio ad essere pronta se non riesco ad aprire neanche gli occhi la mattina?

Un sacco di persone hanno scritto che settembre è il loro gennaio, il momento di ricominciare con grinta, di cambiare, migliorare le cose. Ero partita bene, ma ora mi sembra di restare ferma. Forse ho troppi progetti, troppe cose in mente... e alla fine non ne faccio neanche una.

La febbre non aiuta, eh. La mia insicurezza cronica e la mia ansia, neanche. Ma le devo superare, devo continuare a lavorare su me stessa e non posso dire che lo farò domani. Voglio essere felice anch'io, ma richiede coraggio.

Non volevo scrivere un post negativo, in realtà. E forse questo non lo è poi così tanto, in realtà... non voglio neanche che al 21 settembre l'ultimo post qui siano ancora i preferiti di agosto!

Tornerò, promesso. E voglio ricominciare a scrivere a cadenza regolare. Una cosa alla volta.

Tornerò.

lunedì 5 settembre 2016

I preferiti del mese! Agosto '16

Oh regà (come si dice qui a Roma), è già finito agosto! Non ce la posso fare...
Pochi preferiti ma buoni, questo mese... vedrete!

Cominciamo come sempre con i preferiti beauty, tutti new entry! Sicuramente le Salviette detergenti milleusi della Arkalia (la linea beauty dei supermercati Pam&Panorama) mi sono state di grande aiuto! Quando si è sempre in giro, per strada, sui mezzi, trovare un modo per pulirsi le mani è fondamentale e loro oltre ad essere efficaci hanno anche un profumo meraviglioso! Una volta, poi, per forza di cose ho dovuto utilizzarle anche sul viso per struccarmi e non mi hanno dato alcun problema, anzi! Anche versatili, quindi...
I prossimi due prodotti sono frutto dei tanti post positivi che ho letto sull'argomento. Insomma, tornando giù da me nella mia bella Sicily potevo non passare dalla mia bioprofumeria di fiducia?? Ne sono uscita con la crema corpo effetto ice 90 - 60 - 90 di Alkemilla e con Closer di Nabla! E, visto che li cito qui tra i preferiti, capirete quanto li sto amando! La crema, con il suo delizioso effetto ghiaccio, che dura un bel po', mi aiuta tantissimo quando sento le gambe affaticate o, addirittura, doloranti (ho problemi di dolori alle gambe da quando sono piccola) e Closer è perfetto SEMPRE, di sera con make up occhi appariscenti, per non appesantire anche le labbra, e di giorno, of course. E' IL rossetto nude, un beige rosato (come piace a me <3) che ha carattere e si nota. Lo Amooooo si capisce???



Non trovando qui a Roma bioprofumerie vicine in cui poter reperire i prodotti Nabla, i miei genitori si sono gentilmente "offerti" di farmi un regalino comprandomi Sensuelle e Selfish della collezione Mermaid di Nabla, temevo di non trovarli più! Sinora, purtroppo, ho potuto provare solo Sensuelle ed è amore, Nabla non sbaglia mai. Visto Sensuelle e visti gli swatch in millemila blog, però, so già che amerò anche Selfish.
E poi ci sono le persone che ti conoscono bene e che... ti fanno regali azzeccatissimi! Amica&Zia hanno vinto rispettivamente con la fornitura a vita del mio amato bagnoschiuma al mango si Shaka+la crema corpo della stessa linea! Che dire... adoVo! E lo splendido bagnoschiuma al fior di sale e vaniglia di L'Amande, brand che sto scoprendo e amando? Niente, profumo paradisiaco.


































FINALLY ho avuto un po' di tempo per leggere, yeeeeeaaaaaaahhh!!!!!! Il libro prescelto è stato La verità sul caso Harry Quebert di Joel Dicker, regalo del mio papino, e l'ho ADORATO dalla prima all'ultima pagina. E' un giallo con qualcosa in più, oltre 700 pagine che si leggono tutte d'un fiato e ti lasciano felice, alla fine. Felice di aver letto un libro così bello. Leggetelo, DOVETE. L'ho anche regalato ad una mia amica per il compleanno perché è troppo troppo bello e anche al mio ragazzo è piaciuto tanto. Insomma, compratelo, fatevelo prestare, prendetelo in biblioteca, leggetelo.
E niente, il libro l'ho lasciato in Sicilia perché non entrava più in valigia... prendetevi questa foto ufficiale della copertina

I tormentoni dell'estate non sono mancati, ma la mia canzone del mese è Good Grief dei Bastille che mi mette tantissima allegria!


Il luogo del mese non può che essere Firenze e non mi dilungo perché ne ho già parlato ampiamente QUI. Ripeto solo che un altro sogno si è avverato e ne sono davvero felicissima <3


Questi i miei preferiti di agosto! I vostri quali sono..? Ditelo alla vostra curiosona! :)


...settembre è arrivato. E io sono pronta.

venerdì 19 agosto 2016

TAG: Mi Piace Fotografare



Eccomi tornata con un tag bellisssssssimo per il quale mi ha nominata il caro Pier di Pier(ef)fect! Leggendo il suo post mi sono detta "oddioooo spero abbia taggato anche me!" e in effetti era così, perciò grazie, grazie, grazie!
Il tag è stato creato da Opinionista per caso 2 e le regole sono:

1-Citare il blog che ha creato il Tag (fatto sopra) e usare il Logo del Tag
2- Ringraziare il blog che vi ha taggato (grazie ancora Pier :3)
3- Rispondere a 10 domande e se avete voglia realizzare fotografie per illustrare le vostre risposte
4- Taggare al massimo 15 blog e avvisarli con un commento

Sono felice di essere stata taggata perché AMO la fotografia e in passato devo dire che ero spesso in giro con la mia bridge (che ho chiamato Bridget... fantasia portami via) a cercare di rubare attimi, di fare foto emozionanti... ho diversi album dedicati a questa mia passione sul mio profilo Facebook e diverse foto anche su Instagram... adoro focalizzare l'attenzione soprattutto sui particolari, meno sulle persone. Ma vi dirò di più nelle risposte alle domande!


Prima, però, qualche foto dal mio profilo Instagram!








1- Ha mai tagliato o bruciato fotografie  del tuo ex fidanzato/a perché ti dava fastidio a vederle?
Ho tutte le foto con i miei ex fidanzati + ricordini random conservate dentro una scatola da scarpe sigillata con il nastro adesivo da pacchi XD quelle digitali o ce le ho sparse, o sono andate perse tra i vari cambi di computer e di cellulare.

2- Di solito le fotografie che pubblichi nel tuo blog , le realizzi tu o le rubi in internet?
Per i prodotti di cui parlo a volte uso le fotografie ufficiali prese dal sito del brand, altrimenti solo foto mie. Non prendo, ad esempio, foto del prodotto o di swatch da altri blog, non mi sembra corretto anche citando la fonte perché so che c'è del lavoro dietro e voglio essere onesta con me stessa e con i miei lettori mostrando che questo tipo di lavoro per il mio blog lo faccio io e nessun altro.

3- Quante fotografie hai realizzato negli ultimi 10 giorni?
Circa una ventina.

4- Hai mai aperto un profilo sui social con fotografia di profilo pubblico che non era la tua immagine vera?
Magari in passato piuttosto che la mia foto ho usato delle immagini (chiave di violino, fiori...), ma non foto di altre persone... da Facebook in poi, comunque, ho utilizzato sempre foto mie.

5- Quante fotografie stampi di solito ogni mese?
Ormai non ne stampo più, che peccato! Però ho un album della mia vita (sono arrivata al 3° volume ormai) e ogni tanto stampo le foto degli eventi più importanti e lo aggiorno! Alcune pagine sono anche dedicate alle foto "artistiche" che facevo prima, ve ne lascio una tra tante, scattata sull'Etna, che è anche il mio sfondo del desktop!

6- Ti piace fotografare di più  il cibo o gli animali?
Che domanda ardua, ma entrambi, ovviamente! Davvero, non so scegliere! Anzi, aggiungo anche un terzo soggetto: i fiori!










7- Che rapporto hai con i selfie? E ti piace condividerli sui social?
Non ho un ottimo rapporto con i selfie, più che altro mi annoia farli XD preferisco farmi fotografare da altri, soprattutto in occasioni speciali o davanti a monumenti, panorami e simili.
Uno dei miei rari selfie su Ig...

8- Quali sono le tue applicazioni preferite che usi per la post produzione delle foto?
Al pc utilizzo PicMonkey, sempre e solo lui per le foto del blog! Per le altre foto lo alterno con il programma Microsoft Office Picture Manager (ho Windows 7). Dal cellulare uso direttamente i filtri di Instagram/6 Tag o, a volte, Lumia Creative Studio. Sempre dal cellulare, per i collage, uso Phototastic Collage.

9- Quante fotografie sono esposte in casa tua?
Dove abito attualmente nessuna purtroppo, ma a casa dei miei (ovvero dove abitavo prima) ci sono un sacco di foto appese e di cornici, inoltre avevo anche tappezzato di foto le ante del mio armadio! In futuro, quando avrò una casa definitiva, non vorrò soprammobili, solo un sacco di cornici!

10- Ti va di raccontarci chi è il miglior fotografo che conosci?
Amo Henri Cartier-Bresson (ho una sua foto appena in camera dai miei, ve la lascio!) e Steve McCurry
La foto di Cartier-Bresson che ho appeso in camera

Lo scatto più famoso di McCurry... come sa cogliere i volti lui...


Ancora una volta spero di essermi fatta conoscere un po' di più grazie a questo tag e taggo quattro blogger che spero apprezzeranno la mia "nomination" e saranno felici come me di rispondere al tag!
La Folle - Profumo di Follia
Mallory - I Pensieri di Mallory
Ale - Ale's Pink Fairytale
Laura - My Glam Pond


Ma ovviamente siete tutti taggati perché sapete quanto sono curiosa! Un bacione e alla prossima!!! <3

mercoledì 10 agosto 2016

My Florence

A solo un'ora e mezza di treno da Roma c'è un sogno che sia io, sia il mio ragazzo avevamo: Firenze. Entrambi stati lì anni anni fa con la scuola, non ricordavamo quasi niente e comunque ci mancava un pezzo molto importante: gli Uffizi.
Abbiamo cercato di organizzare questo viaggio diverse volte, ma le circostanze non ci hanno aiutati... sino ad ora.
Oggi racconto i tre meravigliosi giorni trascorsi in questa bellissima città e vi do anche qualche consiglio!

GIORNO 1
Arriviamo a Firenze per le 11.30 circa, abbiamo tutta la giornata davanti, perciò ci fiondiamo subito in Piazza del Duomo. Sul sito del Grande Museo del Duomo abbiamo acquistato per 15€ un biglietto che consente di visitare il Battistero di S. Giovanni, il Museo e la Cripta di Santa Reparata e di salire sulla Cupola di Brunelleschi e sul Campanile di Giotto. Il biglietto va stampato e vale 48h dopo la prima obliterazione all'entrata del primo monumento visitato. Sul sito stesso si può decidere anche a che ora poter visitare Museo, Campanile e Cupola, ma noi abbiamo deciso di non legarci a degli orari precisi, anche se sicuramente avremmo risparmiato abbastanza fila per quanto riguarda gli ultimi due. Abbiamo visto tutto, tranne la cripta. Dopo le dovute fotografie (ne ho scattate un'infinità in questi giorni!), cominciamo visitando il Battistero di S. Giovanni che con i suoi pavimenti dal sapore arabeggiante e i mosaici dal gusto bizantino mi ha davvero conquistata.
Si è già fatta l'ora di pranzo, perciò mangiamo i nostri panini, che ci consentono di risparmiare, almeno per il primo giorno, tempo e denaro.
Dopo pranzo, facciamo una scelta non molto saggia, quella di salire sul Campanile di Giotto. E' stata una faticata, ma ne vale assolutamente la pena, una volta che sei in cima!
Dopo la pazzia, optiamo per una bella visitina alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, l'unico posto in Piazza del Duomo che è possibile visitare gratis. Internamente è immensa e l'impatto è sorprendente perché, in confronto all'esterno sfarzoso, l'interno è sobrio e quasi spoglio. Spiccano le vetrate, l'orologio italico, il crocifisso, gli affreschi dei monumenti equestri (di Paolo Uccello e Andrea del Castagno), quello di Dante con la Divina Commedia, famosissimo, e, ovviamente, quelli di Giorgio Vasari all'interno della cupola, rappresentanti il Giudizio Universale.
Completiamo la giornata con il Museo, all'interno del quale risaltano la Maddalena Penitente di Donatello e una delle Pietà di Michelangelo.
Stremati, torniamo nel B&B e ci diamo una sistemata per la cena, in una trattoria vicino alla Stazione di Santa Maria Novella, zona in cui alloggiavamo.


GIORNO 2
Il secondo giorno era stato assegnato alla Galleria degli Uffizi (per fortuna, perché il tempo era pessimo). Anche per questa abbiamo prenotato i biglietti online e il mio consiglio è di andare più presto che potete, noi abbiamo scelto l'orario delle 9.15, perché all'interno c'è davvero tantissimo da vedere, vi dico solo che ci siamo seduti per mangiare in un ristorantino lì vicino verso le 14.30. La visita ci ha davvero occupato tutta la mattinata. L'altro consiglio è quello di arrivare lì all'orario esatto che avete scelto, nonostante sulla prenotazione ci sia scritto di presentarsi un quarto d'ora prima, perché tanto prima non vi faranno entrare.
Non mi dilungherò sulle meraviglie all'interno della Galleria perché ci vorrebbero 20 post! Vi dico solo Botticelli, Leonardo, Michelangelo, Caravaggio, Rosso Fiorentino, Tiziano, Raffaello, Parmigianino, Paolo Uccello, Masaccio, Giotto, Antonello da Messina... di sicuro  dimentico qualcuno, ma vi dico che ogni sala era una continua sorpresa. Trovarsi davanti tutte quelle opere studiate a scuola è un'emozione, i ricordi affiorano alla mente e ti ritrovi a osservare ogni particolare, ogni sfumatura...
La Galleria si sviluppa su due piani (escluso il piano terra che fa da ingresso e shop) e si inizia dal secondo, alla fine del quale c'è il bar. Ora, io ve lo dico: dopo ore passate in piedi a visitare le sale e ad osservare è normalissimo sedersi un attimo lì per prendere qualcosa, ma vi do un avviso sui prezzi davvero astronomici: un cappuccino, un espresso e 2 fette di torta, per un totale di 22€, signori. Beh, dopotutto siamo alla Galleria degli Uffizi.
Una volta finito e fatta la dovuta visita allo shop, corriamo subito a mangiare in un altro ristorantino tipico. La cosa buona di questi posti è che tu puoi sì ordinare alla carta, ma ci sono anche i menu composti da loro, per cui in questo caso con 15€ abbiamo primo, secondo, contorno e acqua. Direi che vale la pena!
Non potevamo non passare da Piazza della Signoria, con le sue statue (di cui alcune copie), in particolare quella del David di Michelangelo, il Marzocco e Giuditta e Oloferne di Donatello, il Perseo di Benvenuto Cellini e il Ratto delle Sabine del Giambologna. Di Palazzo Vecchio abbiamo visto purtroppo solo il piano terra.
Poi è stata la volta di Ponte Vecchio, suggestivo e colorato all'esterno, quando lo attraversi le due parole chiave sono: gioiellerie costosissime e panorama mozzafiato.
E poi di nuovo in Piazza del Duomo per l'impresa titanica: salire sulla Cupola di Brunelleschi. Vi dirò, con la giusta preparazione psicologica, alla fine, quasi 500 scalini si fanno! E lassù è ancora più emozionante del Campanile di Giotto, si è anche più in alto e si vede tutta, ma proprio tutta Firenze. A mio avviso è un'esperienza che va fatta, se non fossi salita me ne sarei davvero pentita.
Dopodiché cosa fai, non ci passi all'Hard Rock Cafe per fare qualche foto e per comprare le consuete magliette (io e mia sorella facciamo la collezione)?? Domanda retorica!
Cena in un localino di fronte alla Chiesa di Santa Maria Novella e poi dritti in camera, che ha ricominciato a piovere!


GIORNO 3
Ultimo giorno, il più tranquillo, perché prevedevamo già che saremmo stati distrutti. Prima tappa: la Basilica di Santa Croce che vi dico già, insieme agli Uffizi, è stata la mia tappa preferita: anche qui ci sono tantissime cose da vedere e solo per visitare l'interno della chiesa ci abbiamo messo un'ora e mezza, tra gli affreschi di Giotto, le tombe famose, il Crocifisso di Cimabue e molto altro. Poi esci e ci sono il chiostro, la Cappella dei Pazzi, il Cimitero Romantico... insomma, non visiti la chiesa e basta, c'è davvero molto altro. E la mattina è passata così!
Il pomeriggio, invece, lo abbiamo dedicato a Santa Maria Novella, con la Trinità di Masaccio, il Crocifisso di Giotto e il Crocifisso di Michelangelo. Anche qui Chiostro e Cimitero e poi anche gli affreschi restaurati di Paolo Uccello, con la Genesi e la storia di Noè. Semplicemente meravigliosi.
Verso le 17.30 avevamo già finito e a cosa ci siamo dedicati? Al riposo! Eravamo veramente stremati!
L'ultima sera in un'altra trattoria tipica, a suon di salumi, tortelli alla zucca per me, fiorentina per lui e vino.


FIRENZE PER ME
Le mie sensazioni: amo Firenze, senza troppi preamboli. E' uno di quei posti che so di amare senza esserci mai stata (sì, ci sono stata con la scuola, ma non ricordavo praticamente niente). Respiri cultura ovunque, vedi gli abitanti fieri della loro città, c'è pulizia, c'è efficienza, l'aria è meravigliosa e non c'è per niente caldo. Non ho sofferto il caldo neanche alle 2 di pomeriggio. Non so se sono stata fortunata io, ma sicuramente giova il fatto che, nonostante l'Arno, non ho sentito affatto umidità. A parte l'eccessiva folla in alcuni punti (ma è normale, è Firenze!) non ho davvero riscontrato lati negativi, vorrei solo aver avuto più tempo. Ma, secondo me, questa non sarà l'ultima volta.

Se siete arrivati fin qui, grazie! Spero che il post vi sia piaciuto e che vi sia stato utile. Avete mai visitato Firenze? Ci avete vissuto o ci vivete? Ditemi, che voglio sapere anche cosa ne pensate voi!

domenica 31 luglio 2016

I preferiti del mese! Luglio '16

Praticamente questo blog sta andando avanti solo a post di preferiti del mese... BENE.
Quanto meno so che c'è un appuntamento che non manco mai ed è proprio questo! Perché mi piace davvero tanto condividere con voi tutto ciò che mi piace.

I preferiti beauty di questo mese sono 5 e tutti diversi:
Come ho scritto anche nell'ultimo post, ho rivalutato Panta Rei di Nabla che all'inizio mi aveva un po' deluso, in quanto me l'aspettavo una tonalità più "corallosa"... lo "tampono" con una velina subito dopo averlo applicato, poi passo sopra un velo di cipria ed è fatta! Mi dura una vita. Una domanda: vi è capitato di utilizzarlo in questo modo (magari solo tamponato)? Perché mi sono accorta che facendo così rimane matt, s', ma escono fuori delle micro pagliuzze dorate che mi piacciono tantissimo! Fatemi sapere se succede anche a voi.
Poi ci sono due prodotti per la skincare che però hanno due ruoli ben diversi: il primo è la Konjac Sponge di Sephora che sto adorando usandola anche solo con l'acqua, fa uno scrub leggerissimo e rimuove OGNI residuo di trucco. Il secondo è un grande ritorno, ovvero il Tonico astringente di Antos, davvero perfetto per l'estate quando il sebo in eccesso è all'ordine del giorno, purtroppo.
Anche quest'altro prodotto è un grande ritorno nei preferiti, ormai lo conoscete bene: il Natural finish cream concealer di Shiseido! Ce l'ho da una vita, non finisce mai ed è sempre come il primo giorno. Dura dalla mattina alla sera senza essere fissato. Insomma, davvero mai più senza, vale i suoi circa 30€, posso definirlo un ottimo investimento.
Infine abbiamo un prodotto che mi ha sorpresa: il mascara Mega Length di WnW trovato nella mega confezione ricevuta a Natale 2015! Promette di allungare le ciglia e lo fa davvero, pur lasciando le ciglia molto naturali. Mi accompagna praticamente ogni giorno, ormai.


Ho fatto anche degli ottimi acquisti questo mese e non posso non parlarvene.
INNANZITUTTO sono andata nel nuovo, nonché primo, store di Nyx qui a Roma, al centro commerciale Porta di Roma! Col bus da casa mia ci ho messo praticamente un'ora, ma posso dire che ne è valsa la pena! Il mio ragazzo, però, non ha apprezzato molto il lungo viaggio eheheheh... ma è stato così carino ad accompagnarmi... <3
I 4 prodotti che ho scelto sono due eyeliner che tra poco mi sognavo anche la notte, quello blu elettrico e quello bianco! Ancora ho usato solo il primo, ma è decisamente amore!!!!!
Poi ho preso il Liquid Suede in Tea&Cookies, un nude rosato che adoro, perfetto per il giorno, e il Soft Matte Lip Cream in Antwerp che avrei voluto comprare su Maquillalia insieme a San Paulo, ma vedevo degli swatch troppo diversi tra loro, così non ho voluto rischiare... dal vivo però è meraviglioso, un colore indefinibile, una specie di "corallo fluo", non so davvero come potrei spiegarlo! Insomma, felicissima dei miei acquisti. Peccato, però, che quando sono andata al negozio, aveva aperto da tre giorni e c'era un po' un caos... a parte la folle, che è anche comprensibile, molto tester erano inesistenti o messi fuori posto o tutti sporchi... inoltre negli appositi spazi mancava lo struccante, quindi era impossibile pulirsi dopo aver swatchato... sono sicura che ciò fosse dovuto solo alla recentissima apertura, ma in quel momento mi è dispiaciuto non poter provare molte cose.
Nyx a parte, ho finito lo struccante, perciò ne ho comprati ben due della linea alla rosa di Roberts! Il latte detergente e l'acqua micellare! Mi stanno piacendo tantissimo entrambi, il dosatore del latte detergente è davvero comodissimo per prelevare la quantità giusta di prodotto e l'acqua micellare strucca molto meglio di tutte quelle finora usate!
Infine non posso non citare... il top di Pusheen trovato da Oviesse!!!!!!! Impossibile per me (e per i miei 25 anni suonati) lasciarlo lì!!!! Non è adorabile????????



Non posso che finire con le due canzoni del mese: Up&Up dei Coldplay (sì, è amore. E adoro anche il video.) e Solo due satelliti di Marco Mengoni, scritta dal mio amato Giuliano Sangiorgi. Cioè, cosa desiderare di più della combo Mengoni - Sangiorgi???????

Bene, eccoci alla fine di questo luglio che per me è passato lentissimamente. Adesso sono in ferieeeee e mi godrò un mini viaggetto con il mio ragazzo e poi casa <3 spero di riuscire ad aggiornare di più, anzi, farò di tutto! Anche voi siete in ferie?

Un bacio belle e buona estate <3

domenica 17 luglio 2016

Brownish pink lips: swatch, comparazioni, opinioni

Ciao ragazze, oggi avevo voglia di fare un post truccoso e fotoso come non ne faccio da un po'.
Sì, ho tante rubriche da aggiornare: film, samples, finiti... e il materiale non manca, eh. Ma oggi volevo un post chiacchiericcio, mi andava di swatchare, parlarvi di alcuni prodotti che sto davvero amando... ed ecco che nasce questo post!

Oggi si parla di rossetti, mie care, e parto da una tonalità che sto amando e che non saprei come definire. Forse le si avvicina il termine "color terracotta", ma il colore a cui mi riferisco io ha più rosa all'interno. E' a metà fra rosa e marroncino/beige.

Ovviamente non potevo che rivolgermi al mio adorato Pantone per risolvere l'annosa questione e questo è ciò che è uscito fuori:
Diciamo che a parte il secondo colore da sinistra dell'ultima fila, è proprio ciò a cui mi riferisco. 

Non per niente, nonostante il mio "proposito" di non avere tonalità uguali o eccessivamente simili nel mio stash (es.: più rossetti rossi, più ombretti azzurri, ecc...), mi sono resa conto di avere ben 6 prodotti labbra (fra rossetti, tinte e matite) che praticamente si rifanno a questo "brownish pink".

Perdonate gli swatch imprecisi -_-'
Da su a giù abbiamo:
- Nyx Soft Matte Lip Cream in San Paulo
- Kiko Smart Lip Pencil in 712
- Neve Cosmetics Pastello Labbra in Orchidea
- Wet n Wild Megalast Lip Color in Wine Room
- L.A. Girl Matte Flat Finish Pigment Gloss in Bazaar
- Nabla Cosmetics Diva Crime Lipstick in Panta Rei

Vi dico già che dalla foto la prima e l'ultima tonalità sono un po' sfalsate: San Paulo non è così acceso e Panta Rei non è così marrone, sebbene lui e la matita 712 siano i due prodotti che contengono più marrone.

Cercando di non far incrociare i miei occhi in mezzo a tutte le tonalità simili che ho trovato sul sito Pantone, posso dire che la matita di Kiko si avvicina molto alla tonalità PQ - 17 - 1644TCX Spiced Coral, forse leggermente più malva e spento.

San Paulo è pressoché uguale a 17 - 1755 TPG Paradise Pink

Orchidea, Wine Room e Bazaar sono sicuramente della famiglia di 17 -1635 TPG Rose of Sharon (Orchidea la più vicina a questa tonalità, secondo me).

Panta Rei... beh, è davvero troppo particolare per essere inquadrato!

Ma andiamo alle caratteristiche di ognuno:
TINTE
- San Paulo
- Bazaar

ROSSETTI
- Wine Room
- Panta Rei

MATITE
- Orchidea
- 712

Facilità di applicazione
Sicuramente al primo posto le matite, facilissime da "controllare" e stendere. Molto facile grazie all'applicatore e alla consistenza anche San Paulo. All'ultimo posto, invece, Bazaar. Ma delineare prima le labbra con la matita 712 mi sta aiutando molto.

Resistenza
Tutti i prodotti hanno un'ottima resistenza, NESSUNO di questi è completamente svanito dopo un pasto, se li metto per andare a lavoro e sto abbastanza attenta durano anche tutta la giornata, nonostante io parli e mangi. Di sicuro Bazaar è il più difficile da rimuovere, mi dispiace solo che ogni tanto si sgretoli al centro delle labbra. Panta Rei e Wine Room li sto amando tamponati con un fazzolettino subito dopo l'applicazione e fissati con un po' di cipria... il top! Orchidea, invece, mi sta dando un po' di problemi con il caldo... con le alte temperature tende ad uscire un po' dai bordi!

Finish
Assolutamente TUTTI matt! :D

Il mio preferito...
Purtroppo per tutti gli altri, vince a mani basse... San Paulo! Se mi chiedessero di scegliere solo uno tra questi prodotti non avrei dubbi. Al secondo posto, la matita 712, che amo non solo su tutte le labbra, ma anche per delinearle per poi usare uno di questi rossetti o Bazaar o anche Rock'n'Nude, insieme al quale riesco a tirare fuori un bell'effetto di Ombree Lips.



Amo questa tonalità perché è "naturale con un'anima", posso indossarla di giorno come di sera, non è troppo invasiva, ma allo stesso tempo ha carattere.

Voi cosa ne pensate? Avete qualcuno di questi prodotti labbra? Gli swatch vi sono stati utili? Fatemi sapereee che non vedo l'ora di scambiare opinioni con voi!

Alla prossima, bacioni!